Gommalacca liquida - ml 250

Gommalacca liquida - ml 250
La gommalacca è ottenuta dalle secrezioni di un insetto presente nelle foreste della Thailandia. Le secrezioni vengono raccolte dalla corteccia degli alberi sui quali vengono depositate dagli insetti.
Una volta purificata, la sostanza prende la forma di pallottoline o scaglie di colore giallo/bruno.
La gommalacca viene comunemente impiegata per la lucidatura e la protezione dei mobili.
Viene inoltre utilizzata per impedire lo spurgo di resina del legno.

Nella doratura la gommalacca può essere usata per due diversi impieghi:
• Dopo aver applicato il gesso e prima di applicare la missione è consigliabile stendere una mano di gommalacca liquida. La funzione della gommalacca consiste nell'isolare la missione dal gesso evitando così che la missione si impasti con il gesso.
• Dopo avere applicato la foglia oro imitazione, oppure la foglia di argento vero, la gommalacca può essere usata per proteggere la foglia dall'ossidazione. Per questo impiego, però, sarebbe preferibile la gommalacca decerata perché non altera la tonalità della foglia.
Per cospargere la gommalacca è conveniente usare un tampone di cotone o di lana dentro ad un involucro di calza o di tela.
La gommalacca si asciuga molto rapidamente.

La Rinaldin fornisce gommalacca in scaglie, gommalacca liquida e gommalacca liquida decerata.
Se si usa la gommalacca in scaglie bisogna discioglierla in alcool con gradazione maggiore di 94° (100 grammi di gommalacca in un litro di alcool).

Gommalacca liquida - ml 250